15 Giugno 2024, 12:14
banner_dx_meat
Home » Trasformato in legge il divieto su carne artificiale e uso di denominazioni

Trasformato in legge il divieto su carne artificiale e uso di denominazioni

di Alessandro Dattilo
carne-coltivata-iStock-ChayTee

Dopo mesi di dibattiti e controversie, la Camera ha approvato il ddl che prevede multe da 10mila fino a 60mila euro (oppure fino al 10% del fatturato) e il divieto di usare nomi tradizionalmente legati alle proteine animali.

La Camera dei deputati italiana ha approvato una legge che vieta la produzione e commercializzazione di alimenti e mangimi creati da colture di cellule o tessuti di animali vertebrati. La decisione, passata con 159 voti a favore, 53 contrari e 34 astenuti, è stata accolta con entusiasmo dal Ministro della Sovranità Alimentare, Francesco Lollobrigida, che la considera una vittoria per la qualità alimentare italiana.

>> Guarda il video della seduta alla Camera nella quale viene approvato disegno di legge carne coltivata

La legge proibisce anche l’uso di termini come “carne”, “bistecche”, “cotolette” o “burger” per prodotti a base di proteine vegetali che emulano la carne. Le sanzioni per la violazione di questa normativa variano da 10.000 a 60.000 euro. Tuttavia, la ricerca in questo campo rimane permessa.

Il provvedimento, sostenuto dalla Coldiretti, punta a proteggere i consumatori dall’inganno e a preservare le tradizioni alimentari italiane. C’è stata una resistenza da parte di alcuni settori politici e preoccupazioni per possibili violazioni delle normative dell’Unione Europea.

Questo divieto, che segue mesi di dibattiti e controversie, mira anche a regolamentare le denominazioni di vendita per i prodotti a base di proteine vegetali. Il Ministero pubblicherà un elenco di termini considerati ambigui entro due mesi, in linea con l’obiettivo di rendere chiare le composizioni alimentari ai consumatori.

produzione-carne-coltivata-iStock-Dimitrios-Karamitros

Photo: iStock / Dimitrios Karamitros

La legge è un passo importante per l’Italia, che si posiziona come la prima nazione a introdurre un simile divieto. Alla domanda «La carne coltivata è sicura?», gli esperti rispondono che, dal punto di vista della procedura con cui viene ottenuta è un alimento sicuro, non contaminato. Ancora non conosciamo invece l’effetto a lungo termine sulla salute in quanto è in commercio solo in alcune parti del mondo e da pochi anni.

>> Gazzetta UfficialeLEGGE 1 dicembre 2023, n. 172

.

Il servizio di “Presa Diretta”

I giornalisti RAI del programma “PresaDiretta” sono andati a Singapore per assaggiarla e per capire a che punto è la ricerca scientifica. Ecco il video del servizio andato in onda il 4 ottobre scorso.

Alessandro Dattilo

Photo cover: iStock / ChayTee

 

Ti potrebbe piacere

Lascia un commento

Meat Stars - Le Eccellenze del Settore Carni
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.